martedì, gennaio 08, 2008

S-Files: Emergenza rifiuti

Sono sgomento, sbigottito; sembra senza soluzione ‘sta “situazione spazzatura”.
Stanotte si sono svolte sconcertanti sassaiole; stuoli scellerati si sono scagliati sulle Squadre Statali.Si sfasciano scooter, si sfondano saracinesche.
Scopo?
Stare senza spazzatura.
Sembra semplice!
Strillano, strillano, senza suggerire soluzioni. Solamente sperano sgombrare sporcizia.
Sistema sbagliato.
Sì, sì, sarà sicuramente spiacevole “sciare” sui sacchi sudici (schifoso slalom), soprattutto se spostandosi sulle strade si scorge sinistro scenario.
Sebbene sarebbe soddisfacente separare sporcizia. Serve smistamento spazzatura!
Se si scartano senza senno scovazze, successivamente sorgerà sventura.
Se soltanto ‘sti sudisti si sforzassero…

Secondo: servono siti stoccaggio, subito!
Successive soluzioni saranno stabilite…
Seppiatelo, signori: state scherzando sulla salute sociale!
Se seguita stallo, sudiciume sopravanzerà, stranieri scapperanno, sarà sfacelo.

Speriamo spunti saggezza, sennò…

Saluti.

8 commenti:

davide scaini ha detto...

sono stracazzi

Blanco ha detto...

santa serena!

sarebbe superfluo sottolineare soavi sapori sentibili (?). Situazione sembra senza senso. Sembra?

michele urbino ha detto...

Sapori?
Sentori?
Sono sciocchezze!
Suoni sono soprattutto sgradevoli: sentir sempre scricchiolare scarafaggi sotto scarpe!

Blanco ha detto...

sorbole!Sono stupefatto.
Sconfitto sembro.

Sua superiore sagacia sempre subirò.

Sembra significativo suggerire spettante sciroppo schiumoso!

michele urbino ha detto...

Suvvia!
Sostengo sempre sia sbagliato scoraggiarsi!
Sfodera spirito sportivo.

Pietro ha detto...

saluti,

ad essere sincero la raccolta differenziata è in vigore, in paesi obbligatoria (cm la provincia di Avellino), da ben 12 anni cm stanno a testimonianza le 400 mln di ton di ecoballe(plastica, vetro, biodegradabile).
Poi, giusto per la cronaca, il 10% dei rifiuti della Campania provengono dalle fabbriche del Nord e di solito nn portano solo a scarafaggi cm dice michele ma essendo molto nocivi a tumori, cm nel caso di Pianura, città in cui è successo l'episodio a cui si riferisce Davide, (vedasi anche caso Basilicata(scorie radiattive) e Puglia).
Secondo, voi ke vi fate scudo dei vostri termovalorizzatori, soprattutto quello di Brescia,declamato cm il + grande d'Europa e costato ben 300 mln di euro, gestisce i rifiuti di 200-300 mila persona, cioè un decimo della popolazione della sola Napoli. x chi nn avesse capito semplifico: sl x smaltire le ecoballe ci vorrebbero 40 anni di continuo lavoro del termoval (puntata recente di Porta a Porta).
Terzo i centri di stoccaggio esistono, un esempio è il mio paese ke gestisce rifiuti x 15 mila abitanti, un altro è il caso di Ariano Irpino, San Giuseppe Vesuviano, Acerra, Pianura ecc. ecc. ecc....
Mi avvio alla conclusione dicendo che cn questo mio commento nn voglio giustificare quei politici(Bassolino cfr) ke in 15 anni ha pensato al solo oggi e a rubare, ma dire ke prima di parlare, essere schifati, sbigottiti o altre belle parole dalle vostre bocche fuoriscite, è meglio informarsi visto ke noi dobbiamo smaltire giornalmente la quantità di rifiuti ke voi producete in 20 giorni, e nn appellarsi allo sporco gioco delle Tv, ke cm sappiamo mostrano sl una parte, anke se tremenda, della realtà.

grazie

michele urbino ha detto...

Un po' mi pesa abbandonare la "S" ma il tempo stringe...

Andiamo con ordine:
Il mio post voleva essere più un esercizio di stile ispirato all'attualità piuttosto che una seria analisi socio-politico-economica. Alcuni concetti sono, mi pareva ovvio, delle pure forzature stilistiche ("sentir scricchiolare scarafaggi" e via dicendo); altri sono volutamente delle provocazioni.

Chiarito questo, però, qualcosa sul merito della questione lo voglio dire.
Sul fatto che in ALCUNI paesi la raccolta differenziata sia obbligatoria non ho alcun dubbio, ma basta che non lo sia in una grande città come Napoli per vanificare tutti gli altri sforzi (e qui la responsabilità è quasi tutta politica).
Evito invece di commentare come si faccia raccolta differenziata per 12 anni e poi non si ricicli un solo grammo di quei 400 milioni di tonnellate di ecoballe. La raccolta differenziata serve solo e solanto in un ottica di riciclaggio, altrimenti resta merda come tutto il resto!
Se quelle "eco"balle sono testimonanza di qualcosa lo sono, ancora una volta, dell'incapacità.

Venendo poi al capitolo Termovalorizzatori: quello di Brescia gestisce sì i rifiuti di 200-300 mila cittadini, ma si da il caso che Brescia abbia appunto 200-300 mila cittadini... Non capisco perchè denigrare una municipalizzata che ha saputo soddisfare il fabbisogno della città, rientrare quasi completamente dei costi smaltendo anche quelli delle città limitrofe e allo stesso tempo produrre l'energia per il teleriscaldamento di interi quartieri.
Non sto certo dicendo che adesso in tre giorni si debbano costruire venti inceneritori per superare la crisi. Ormai quella spazzatura va solo portata via, dove si sia GIA' in grado di gestirla.
Il problema è il futuro. Credo che per la Campania avere 2 o 3 termovalorizzatori (chiamiamoli pure inceneritori perchè non abbiamo paura delle parole) non sarebbe male.
Se, come dici, un impianto gestisce il 10% della popolazione, tre ne gestirebbero il 30%.
Non mi sembra un risultato da poco!

Altra cosa: non capisco perchè una discarica per 15mila persone sarebbe un risultato straordinario di cui andare fieri e uno stabilimento che ne soddisfa 300.000 sarebbe cosa da niente...

Last but not least: anche sul fatto che voi produciate 20 volte più rifiuti ci sarebbe da riflettere. E' un dato di fatto che in Campania si produca una massa e un volume di rifiuti pro-capite maggiore della media italiana. Perchè?
Un po' di senso civico più (evitare di buttare i gabinetti o i frigoriferi in mezzo alla strada come ho visto) e un po' di spreco in meno non farebbero male.

Ci sarebbe poi un elemento non secondario che riguarda tutto il sistema economico. E' quello riguardante gli imballaggi: allo stato delle cose i prodotti sul mercato sono troppo impacchettati, a volte ricoperti da due o tre strati fatti oltretutto di materiali difficilmente trattabili come le plastiche riciclate.
Bisognerebbe intervenire legislativamente anche su questo.
Ma si sa: quando si è in "emergenza" la lungimiranza scarseggia...

m.

davide scaini ha detto...

ehm pietro...
non ho scritto io questo post...

per quanto riguarda queste opinioni e' chiaro che entrambi nella vostra zona di competenza avete certamente ragione...

quello che voglio dire io e' che la raccolta differenziata e' necessaria, DOVUNQUE! e poi non bisogna solo raccogliere il differenziato, ma farne soldi... e si puo'.
il problema e' che a napoli anche l'emergenza fa soldi, niente appalti soldi statali che si riversano per risolvere l'emergenza, etc etc..
intanto l'europa ci multa (e paga tutta l'italia, anche quei comuni dell'avellinese che fanno la raccolta differenziata)
Pietro, s enon vi incazzate voi contro i vostri concittadini coglioni e i vostri governatori dobbiamo farlo noi... Pie' bisogna muoversi perche' quest'italietta non si muove bene, o iniziamo a pensare che questa immagine (e realta') dell'italia non e' cosa buona, o e' meglio emigrare. Non sopporto piu' la gente che si lamenta e non fa un cazzo (mi riferisco alle persone che vedo al tg ogni giorno), e sai che non sono per niente leghista, anzi...
ma non e' possibile che ogni volta che si solleva la questione del mezzogiorno sembra razzismo e quindi non se ne parla... va avanti cosi' da troppo tempo.