sabato, gennaio 26, 2008

APOLOGIA DI UN MEZZO FALLIMENTO


Sto per fare una cosa impopolare: voglio spezzare una lancia a favore dell'ormai ex governo Prodi.
Concordo sul fatto che non sia stato il miglior governo a memoria d'Uomo, ma considerando che l'elettorato italiano ha fatto spesso brutti scherzi, credo si sia trattato certamente del male minore.
E in questo male c'è stato del bene.

ECONOMIA:

- LIBERALIZZAZIONI del Ministro Bersani, secondo me una delle cose migliori fatta da un governo negli ultimi 10 anni. Comprendevano la fine dei costi di ricarica per i telefonini, la vendita dei farmaci da banco al di fuori delle farmacie, i passaggi di priprietà gratuiti.
(Leggi titte le misure (1) (2))

- RISANAMENTO dei conti pubblici, con la finanziaria "lacrime e sangue" del 2006. Paghiamo ogni anno 70 miliardi di euro (sic) solo per gli interessi sul debito pubblico. Ogni intervento è ben accetto. E se qualcuno pensa che si possa ridurre il debito senza interventi fiscali, per favore mi spieghi come!

- LOTTA ALL'EVASIONE: recuperati in due anni 20 miliardi di contributi che qualcuno prima di Prodi si era "dimenticato" di chiedere (o aveva amichevolmente condonato)

- RIDUZIONE DEL CUNEO FISCALE: molti dei soldi recuperati (9 milardi) sono andati alla riduzione del cuneo fiscale (la differenza tra la busta paga lorda e quella netta)

- RIFORMA DELLE PENSIONI indispensabile, avversata da molti ma approvata attraverso un referendum da 5 milioni di lavoratori. Ha consentito di non far collassare il sistema previdenziale, di superare lo "scalone" della precedente riforma Maroni e garantisce a chi inizia a lavorare ora una prospettiva di pensione decisamente più dignitosa di quella offerta prima.


POLITICA ESTERA. Se per molti è stata un tallone d'Achille, per me ha portato almeno quattro ottimi risultati.

- CE NE SIAMO ANDATI DALL'IRAQ!

- Abbiamo, da soli, senza ingerenze esterne, preso l'iniziativa per una missione in LIBANO, paese che stava sprofondando nella guerra civile in una zona già drammaticamente instabile.

- Sono stati siglati ACCORDI BILATERALI con diversi paesi del NordAfrica per la lotta comune all'immigrazione clandestina (altro che Bossi-Fini e calci nel culo padani...)

- L'Italia è stata in prima linea per far approvare all'ONU la MORATORIA UNIVERSALE CONTRO LA PENA DI MORTE.


BUONE INTENZIONI. Il buon Mastella ha impedito che venissero portate a termine tre imminenti riforme:

- Introduzione della CLASS ACTION, la causa collettiva per consentire ai consumatori di combattere in tribunale ad armi pari contro i grandi gruppi (Parmalat, Cirio, Telecom ecc...)

- Si stava portando avanti il progetto di riforma costituzionale con una notevole riduzione del numero di parlamentari e iter legislativi più veloci.

- Sprecati tutti gli sforzi fatti per arrivare ad una riforma della LEGGE ELETTORALE per ripristinare le preferenze ai singoli candidati e mettere un bello sbarramento al 5% e impedire ai rompicoglioni di Ceppaloni di avere anche solo uno sgabello in parlamento.


Sono perfettamente consapevole di tutti gli errori fatti, delle leggi sbagliate, di quelle da eliminare che non sono state eliminate, ma siccome per due anni non si è parlato che di questo mi è sembrato giusto, col senno di poi, sottolineare ciò che di buono è stato fatto.
E poi si cerchi anche di capire che con una coalizione del genere raggiungere un singolo obiettivo comporta mesi di trattative, ricatti, veti incrociati (e, anche, che SENZA una coalizione del genere manco si vinceva).
Non dico che rimpiangeremo questo governo per tutta la vita ma, forse, per i prossimi 5 anni sì...

3 commenti:

michele urbino ha detto...

Quelle di Cuffaro sì che sono dimissioni di cui essere contenti!
(Leggi l'articolo)

Marco Velliscig ha detto...

mi trovi completamente d'accordo, hanno cmq fatto più dello scorso governo che io ricordo soltanto per il divieto di fumo nei locali pubblici..
oltre a tutte le leggi salva-le-chiappe-berlusconiane

Santrevi ha detto...

ma quanto è cazzuto prodi?!