venerdì, gennaio 16, 2009

Prender sonno, a volte ritornano.

È così probabilmente che iniziano quelli che sanno scrivere. Io non ne sono molto capace, quindi volevo dirvi che ogni volta che sto per addormentarmi... tutto d'un colpo... mi ricordo cose che devo fare, mail a cui devo rispondere, soldi da pagare (l'affitto! merda!) e mi tocca destarmi dal tentativo di sonno e prendere appunti sul primo foglietto... Allora: divisione spese viaggio, spesa, guanti, comprare fogli bianchi (sono agli sgoccioli... ma sai che scrivo minimo 1400 fogli all'anno fronte/retro con le mie manine?) , ah e poi devo svegliarmi presto domani che devo ripassare nucleare, e chissà se adesso mi riaddormento. Certo che avrei voglia di scrivere, e di saper scrivere (magari anche lo insgnano), una di quelle belle storie... a me piacciono quelle, tipo Pennac, soprattutto l'atmosfera, anche amorosa, che lui riesce a descrivere così bene. Mi piacerebbe essere in grado di scrivee e dire belle cose "stella mia indicami la strada... ti seguirò dovunque" "io e te siamo come il pane e il burro" (l'originale era credo "like two peas in a pod") ma sono un po' troppo asciutto per uqeste cose. [e poi faccio 200 incidentali incastonate l'una nell'altra]
Prova scritta di italiano, maturità: "prof... avrei finito... basta così? Due facciate piegate a metà,ma c'è tutto eh!" "alla Scaini? ...scrivi un po' di più va là..." penso avrebbe voluto aggiungere "sennò ti capisci solo tu". Penso che quell'uomo apparentemente burbero e disadattato alla società del consumo mi avesse capito, ancor prima che io capissi me. Per questo a volte eravamo in disaccordo. Mi piacerebbe rivederlo e vedere l'effetto che fa. Ricordo il suo sorriso mascherato dalla barba... rideva spesso da solo, ma non si notava. "L'ellissi della copula... Scaini l'hai capita?" direi di sì. Anche io rido e ridevo spesso da solo. Quella volta eravamo in due, ma su vent'otto... a noi faceva ridere.
Voglio dormire, voglio che la vita mi dia ancora persone del genere. Persone di cui ti innamori senza conoscerle, che stimi incondizionatamente, perché "così ti viene". Lui era (è) uno di quelli. Che sei poi conosci probabilmente eviti.
Nella fotografia sono importanti le luci, ma sono fondamentali le ombre. Voglio un mondo in bianco e nero, con delle belle ombre... a me piacciono belle morbide... e anche le donne dovrebbero esserlo, almeno un po'.
Prima di dormire più o meno così vanno i miei pensieri.
d

4 commenti:

elisa ha detto...

credo sia una delle cose più intense e spontanea che tu abbia mai scritto.

molto bello, davvero.

p.s.: e poi non è vero che non sai scrivere...

Marco Velliscig ha detto...

sembra che le tue difese si abassino appena prima di prender sonno..
Non nascondo che mi piacerebbe farti alcune domande in momenti del genere..

davide scaini ha detto...

Visto il mio perenne stato comatoso potresti farmele quando più ti aggrada ;-)
poi non credo si abbassino le difese, solo le associazioni mentali sono ancora meno lineari della "vita normale". Salgono a galla ricordi, desideri, cose così...

michele urbino ha detto...

Si vede sott'acqua soltando quando il mare è calmo...