martedì, gennaio 20, 2009

Giornalismo merdoso... e non italiano!

Dal titolo si capisce subito che è una super chicchissima! Una di quelle mosche bianche ma gonfia di ignoranza... ma tanto gonfia.
Questa è la notizia.
Riguarda la storia di una completa rincoglionita (del Madison Area Technical College, probabilmente pagata da Microsoft) che ha comprato un dell con ubuntu e ha chiesto il risarcimento alla dell perché non riusciva a installare la suite Word etc della Micro$ozz. Ma questo non mi interessa minimamente se una è stupida sarebbe giusto che il leviatano se la mangiasse cellula a cellula. La morte per l'ignoranza mi sembra il minimo; la sofferenza infinita sarebbe più giusta (questa è una frase alla SzM). Comunque la pena più grande che le commino è la mia ignoranza, nel senso che ignorerò lei e il suo piccolo cervello.

La cosa scandalosa è l'aricolo che ne è stato fatto... colmo di boiate insopportabili. Cito:

That's an operating system for your computer similar to Windows that contains Linux. It's highly regarded among some people and extremely popular with certain circles of computer users because it's free.

Simile a Windows? e in cosa? Intanto ' un sistema veramente operativo mentre winsozz non si puo' definire tale. Poi "among some people" un bel cavolo! Some sarai tu e tua sorella, noi siamo in tanti e non lo usiamo perche' e' gratis (forse anche perche' e' gratis...) ma soprattutto perche' non c'entra una beata banana con winsozz, mai sentito parlare di FOSS?
Anche il giornalista, inebriato dalle orride vette della marron-ragazza, si inerpica in improbabili discorsi su cose che non conosce. Anche all'estero i giornalisti alle volte avrebbero duvuto dedicarsi ad altri lavori.

Schubert says she never heard of Ubuntu until learning that she accidentally bought it.

Piuttosto impossibile, dato che i siti della dell sono ben separati.. anzi, devi proprio andare in cerca di comprarti il pc con Ubuntu.

Later, she discovered Ubuntu might look like Windows, but it doesn't always act like it.

Ribadisco che non si assomigliano neanche in un'unghia, e per fortuna che non si comportano allo stesso modo...

Her Verizon High-Speed Internet CD won't load, so she can't access the internet. She also can't install Microsoft Word, which she says is a requirement for MATC's online classes.

Immagino non servano commenti a questo abisso di ignoranza... e poi sono sconvolto che una scuola abbia come prerequisito l'utilizzo di Micro$oft Word. Pessimo!

Schubert's computer came with Open Office, a word processing software package that is compatible with Microsoft Word. She says she wasn't aware it was compatible. MATC promised to show her how to save documents in compatible formats so she could enroll in online courses again.

Qua pero' si evince che e' solo la sua ignoranza a dominare la vicenda.

Sembra inoltre che non fosse proprio cosi' blando di ignoranza l'articolo. Infatti, da alcuni rumours, in un articolo precedente il giornalista sembrerebbe fosse ancora piu' ignorante di quanto traspare ora, prendendosi la liberta' di sfottere linux anche...

Continuerei questo semi-report di baggianate con questo, un articolo correlato a questa storia.

Our Consumer Reporter Dan Cassuto wrote a story Tuesday that caused a bit of a stir among computer-lovers...extreme computer lovers.

Ma uno puo' essere cosi' stupido?

Some of you are scratching your heads out there. You're thinking...if it's not Windows then it's Mac. What's this "ubuntu" ... a made up word?

Insiste a impanarsi nella sua ignoranza come fosse un vanto.

I admit, I had heard of the Linux based system before. I had also heard that it was a better system than Windows and Mac...and, here's the kicker...IT'S FREE.
[...]
But, I've been with Windows since the early 90's and have trouble with change. More on this in a bit.

Non commento.

It really wasn't about Ubunto; how it works, etc. It was about a woman who ordered something, realized she made a mistake, asked Dell to fix it and they told her Ubuntu would be fine but when she got it, she realized it wasn't for her. While Ubuntu probably would've been OK for her, she didn't really want to learn how to use a new operating system. She wanted a computer to take college classes. It's a pure consumer driven story. It was not an attack on Ubuntuat all. But it does show that change can be difficult...especially when people are unaware of products, services, new technological advances, etc.

Illuminato dallo Spirito Santo (fatto di materia non barionica a quanto ci dicono, la Chiesa non si e' ancora proninciata in merito) sembra aver ripreso leggermente le connessioni neuronali si una persona sana. A parte i numerosi (spero) typo di Ubuntu in Ubunto che mi fanno pensare che 'sti qui nemmeno rileggono i loro articoli... finche' non lo faccio io va bene.


2 commenti:

M ha detto...

Tra l'altro partono da un assunto sbagliato: se uno proprio lo vuole, può installare M$ office su ubuntu con crossoffice... Personalmente lo trovo utile come martellarsi gli zebedei, ma si può fare...
In più non capisco molto il problema: compri una cosa, se non ti va bene (fosse anche per il colore) la restituisci entro i termini previsti dalla legge...Se lasci scadere questa possibilità, beh.... vaffanculo!

Poi penso che la sofferenza infinita sia il minimo...la giusta punizione sarebbe un bel crash del sistema con conseguente perdita totale dei dati il giorno prima della consegna della tesi... tanto gente così non fa una seconda copia (e a cosa serve? male che vada uso "ripristina documento" di sOffice Enterprise Gugliemo Finestra Signature Edition...e non ridete, che sVista lo vendevano davvero con l'autografo di zio bill...)

Marco

karl ha detto...

Ammetto di non aver letto l'articolo, ma se lei voleva il win, fa richiesta nei termini corretti alla Dell e loro dovrebbero sostituirle subito il pc, non temporeggiare come mi pare abbiano fatto. D'accordo che il passaggio è, di nuovo, come martellarsi gli zebedei, però oserei anche dire che uno che va a comprarsi il martello per farlo è talmente stupido che non merita tentativi di dissuasione dal venditore.
PS: sempre fare un backup della tesi. Non si sa mai che ti si fotta l'alimentatore del PC ;) se poi usi win aggiungi anche numerosi pericoli software!