martedì, luglio 24, 2007

Il male ha vinto

Blanco ha accettato la sfida e si e' messo giu duro, serio, concentrato(di buzzo buono direbbe qualcuno, sottolineando la cosa con un'oscillazione sulle punte dei piedi).
Ma niente, niente anche dopo aver piallato il disco con sequele di 0, niente neanche dopo aver risolto, frantumandola, l'anomalia dei settori/cilindretti.. Niente neanche dopo esser risciti a installare buntu da alternativo e dopo aver aggiornato tutto.. Niente con l'uso dei guidatori nvidia per problemi di teste del kernel..

Che fare?

Mi spiace dirlo ma ho reinstallato Svista..

Big Delusion!!!

Abbiamo perso la battaglia ma la guerra non e' finita... Da oltre mare stanno arrivando tribu' di Ghibboni giusti e gustosi per aiutarci contro l'avanzata dell'orda di Bill signore della terra di Mordorsoft

M

3 commenti:

davide scaini ha detto...

uau... un bel sistema chiuso.
se il uturo verrà reso così difficile al soft libero da costruttori di harware la vedo dura...
a meno che il tuo hardware non sia così nuovo che non c'è ancora nulla per lui... mi smebra strano però...
blanco: fammi una relazione dettagliata, magari mi viene in mente qualcosa

Marco ha detto...

Direi che e' proprio questo il punto specie sk video che una 8400 nvidia che nuova nuova

Vikingo ha detto...

ecco come sono andate le cose

dato che non voleva saperne di partire la live sono passato all'installazione via testo. Fatto tutto, ma nonstante ciò il server x non voleva saperne di partire.
Sono andato allora da terminale, riconfigurato xserver-xorg e messo i driver vesa. Funzionava solo alla risoluzione 640 x 400 (ma con un po' di lavoro volendo si poteva portare almeno al 1024).
Convinto vado a vedere di installare tutto via Restricted Drivers Manager. Appare una bellissima finestra che mi avverte che il computer di M(lo chiamercò così per rispetto della sua privacy) non ha bisogno di driver restricted.
Strano penso io, non funziona ne il wireless (non rileva la scheda di rete) ne la scheda video. A questo punto penso: e chi se ne sbatte della scheda wireless (per ora) vediamo di mettere a posto la scheda video.
Magari esso pensa che ci sono già i driver vesa ed è convito che questo sia l'unico modo di funzionare.
Vado da synaptic e installo i driver nvidia-glx, li configuro, ma niente.
a questo punto stanco e già parialmente sconfitto rimetto i vesa e fado di violenza.
Scarico i driver ufficili, chiudo l'x server (maledicendolo) e "sudo sh NVIDIA[tab].run" con sempre più violenza.
E qui il colpo di grazia. Mi dice che gli mancano gli Header del kernel. Rimetto i vesa e vado a vedere su synaptic se per sbaglio me li ero dimenticati.
Negativo Signore!! Gli Header Ci Sono. Tutto Funzionante!
Con le ultime forze rimaste provo a reinstallarli (facendo "aggiorna") e uso la suddetta procedura violenta.
Il computer si incazza. Molto. Ora a ogni tentativo di avviare il server x risponde forzando il reboot. Riavvio da Secure Mode e rimetto i vesa. 640x400.

Stanco e ferito penso: voi che voglia il kernel nuovo? tipo quello che c'è sul gibbone? ma oramai sono senza forze, mi lascio acasciare a terra in un lago di sangue, rivolgo l'ultimo pensiero alla famiglia, alle persone a me care a quei bastardi della Nvidia.

Ho sempre sentito dire che ti passa davanti agli occhi tutta la vita nell'istante prima di morire. Prima di tutto, quell'istante non è affatto un istante, si allunga, per sempre... come un oceano di tempo. Per me fu lo starmene sdraiato al campeggio dei boy scout a guardare le stelle cadenti, le foglie gialle degli aceri che fiancheggiano la nostra strada, le mani di mia nonna e come la sua pelle sembrava di carta... e la prima volta che da mio cugino Tony vidi la sua nuovissima Fireport. E Jamie... e Jamie... e Caroline.
Potrei essere piuttosto incazzato per quello che mi è successo, ma è difficile restare arrabbiati quando c'è tanta bellezza nel mondo. A volte è come se la vedessi tutta insieme... ed è troppa. Il cuore mi si riempie come un palloncino che sta per scoppiare e poi mi ricordo di rilassarmi e smetto di cercare di tenermela stretta, dopo scorre attraverso me come pioggia e io non posso provare altro che gratitudine... per ogni singolo momento della mia stupida piccola vita.
Non avete minima idea di cosa sto parlando... ne sono sicuro. Ma non preoccupatevi... un giorno l'avrete.

Blanco (un filino romanzata questa relazione dettagliata)