mercoledì, aprile 01, 2009

I don't give a damn... in pArte

Young man says 'you are what you eat' - eat well.
Old man says 'you are what you wear' - wear well.

Tutta questa è una premessa per dire "non so cosa appaio e sinceramente non me ne curo, e come tutti ho dei difetti". Io in particolare (come difetto s'intende) guardo x-factor, essendo stato suonatore (come jones) mi appassiona molto.
Questa sera è uscita Noemi, con grosso dispiacere di tutto l'appartamento. I nostri programmi erano 'va in sfida in ciccione (Daniele), e così finalmente si leva dalle palle'; piuttosto fastidioso non troppo per la sua presenza sonora, ma visiva, decisamente inguardabile.
Dopo aver perso Enrico la settimana scorsa, che mi aveva regalato indimenticabili Impressioni di Settembre, questa settimana ci lascia un'altra stella... Vedremo cosa succede.
At least we can do is wave to each other. Bye
d
(spero che in mio multicitazionismo venga svelato, è un lavoro di ricerca anche questo :) anche nei post vecchi ci sarebbe da trovare)

7 commenti:

michele urbino ha detto...

Dal sito della trasmissione: "Noemi perde l'ultimo scontro e lascia X Factor, con grande tristezza di tutti e con un grande applauso del pubblico."

Dispiace anche a me per la fanciulla, degna allieva del Sommo Morgan.
Anche Jury non è niente male, ma forse deve maturare ancora.
Chissà che non lo incontrerò in qualche serata bresciana...

Preferibile sarebbe stato sbarazzarsi del ciccione o anche del riccioluto Matteo, intonato e per giunta padre di famiglia ma secondo me decisamente piatto.

E comunque (come si sarà capito) non credo che guardare X-Factor sia un difetto!

'notte

m.

PostScriptum: prima citazione colta ("colta" nel senso di "compresa", ma ovviamente anche nel senso di "acculturata")

hronir ha detto...

Mi accodo al dispiacere per l'evento e agli omaggi alla fanciulla.

davide scaini ha detto...

You know what you are, you don't give a damn;
bursting your belt that is your homemade sham.

la seconda e' dei... beh arrangiatevi ;-)

omaggi omaggi!

Matteo ammmemmipiace... un po' vecchietto ma spacca tantissimo preciserrimo.
d

Marco ha detto...

che dire?
Affranto.
Dispiaciuterrimo.
Addolorato sono per l'addio della diletta del buon Castoldi, suo specchio nel canto e seguace nel pensiero.
Era figo sentirla perchè si abbandonava alle sperimentazioni di morgan regalando sempre godevoli prestazioni.
Sperin nel buon Matteo, sempre preciso, anche se non capace di creare le vibrazioni del timbro di noemi (o naomi).
Basta che quel cazzo di lamentoso paraculato di cicciobomboocchialuto se ne vada dai marroni.
ciao ragassi
marcogiais

AgaroramA ha detto...

Hmm...anche il mio appartamento dedica il martedì sera al fattore X, purtroppo ho lo strano vizio di addormentarmi ogniqualvolta guardo un teleschermo se dopo le dieci di sera non vedo un omicidio, ciò mi porta a dover sorbirmi (non esattamente per mia volontà) il reality show in pillole riassunte il mattino dopo durante le ore di laboratorio...
tuttavia mi sono fatto una vaga idea di come vanno le cose...

Noemi l'hanno tenuta nel programma finchè rimaneva il sospetto che si sbattesse il tinto nei camerini, quando si è scoperto che in realtà lui svelava veline non c'è stato più alcun motivo per cui una ragazza normale (leggi "non strafiga" (leggi "non di plastica")) e con una bella voce restasse in prima serata.
(ringrazio Marta per avermi portato a questa conclusione con le sue lezioni di gossip)

Il ciccione resta invece per me un quesito insolviblie, non capisco se è una specie di spot pubblicitario anti-anoressia oppure se simboleggia l'accettazione dell'omosessuale nella società moderna...che siano i fantomatici due piccioni?

Il finto-russo riesce a cantare in inglese con accento bresciano, un ottimo esercizio di stile, ma alla lunga risulta fastidioso.

Il ricciolo canta bene, ma non so perchè quando mi immagino il suo futuro vedo solo sagre e cover band dei simply red...

Gli altri tre tizi non sanno cantare, è anche comprensibile visto che, per il genere che suonano, il "bel canto" non è un requisito necessario. Però hanno il fascino della boyband dai soldi facili (Finley 2.0), cosa che uno tra i programmi più seguiti sulla rai non può permettersi di trascurare.

Infine avrei bisogno dell'aiuto di qualcuno per capire il ruolo del tinto in tutto questo...

davide scaini ha detto...

Infine avrei bisogno dell'aiuto di qualcuno per capire il ruolo del tinto in tutto questo...

non toccarmi il tinto eh!!! per il resto... sono d'accordo ;-)
il tinto e' avantissimo... basta.
d

Marco ha detto...

il tinto è IL perchè del programma, altrimenti sarebbe una normale merdata venturiana. Con il tinto se ne escono dei momenti non poco divertenti...
mandi
è troppo vera quella causa-effetto velinasvelata-noemitrombata!